Catasto teresiano (1771-1785)

Il catasto mantovano di primo impianto, conosciuto sotto il nome di Teresiano, dal nome di Maria Teresa d’Austria, imperatrice che lo aveva promosso, è stato realizzato tra il settimo e l’ottavo decennio del Settecento; la vasta operazione rientra tra le riforme realizzate nel secolo dei lumi per il raggiungimento di una più equa distribuzione dei carichi fiscali, fino ad allora basati sulle denunce d’estimo. 

 

Il decreto istitutivo è del 31 ottobre 1771 e le operazioni iniziano con la compilazione di un questionario (la serie dei cosiddetti “47 quesiti”), distribuito a tutte le Comunità per ricavare informazioni utilizzate in seguito nel prosieguo delle operazioni. I lavori veri e propri hanno inizio nel 1774 con la misurazione geometrico-particellare dei terreni (definiti “beni di prima stazione” per distinguerli dai fabbricati, definiti “beni di seconda stazione”) che durano un triennio e sono effettuate da squadre di geometri coordinate dall’ingegnere milanese Antonio Maria Pirovano. 

 

I singoli appezzamenti sono misurati con i relativi confini e contrassegnati da un numero progressivo, ma vengono rilevati anche tutti gli edifici (o “beni di seconda stazione”), le strade, i corsi d’acqua. Le misurazioni sono successivamente tradotte in mappa su fogli di uguale formato e giuntabili fra loro, numerati progressivamente con cifre romane, in scala 1 : 2000 circa.

 

Accanto alle mappe viene compilata una serie di registri indispensabili per una loro immediata e completa lettura e a esse direttamente complementari:

  • le tavole d’estimo, o tavole censuarie, sulle quali compaiono i numeri di mappale in ordine progressivo con l’indicazione dei relativi possessori. 

  • i catastini che riportano i nomi dei possessori in ordine alfabetico e per ciascuno di essi elencano i numeri di mappale intestati; 

  • i partitari su cui vengono registrati i passaggi di proprietà. 

 

La cartografia pubblicata sul Portale riguarda diciannove Comuni coinvolti nel progetto ed è relativa agli anni 1777-1778.

Progetto finanziato da FEASR Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013  

ASSE IV MISURA 421 cooperazione internazionale Codice progetto: T-L-I-007-014-002 CUP E55C12001490009  

LandSare: Architetture di paesaggio nelle aree rurali europee un nuovo approccio al disegno dello Sviluppo Rurale