Catasto lombardo-veneto (1840 -1892)

Nel corso dell’Ottocento, quando Mantova fa parte del Quadrilatero asburgico, vengono effettuate operazioni di revisione e aggiornamento catastale che danno origine a nuove serie cartografiche, sia per la città che per il territorio, conosciute come catasto Lombardo Veneto, ugualmente affiancate da serie di registri complementari alle mappe:

 

  • tavole d'estimo o tavole censuarie: riportano i numeri di mappale in ordine progressivo con i nomi dei proprietari, alla denominazione degli appezzamenti, la qualità delle colture, la superficie (espressa in pertiche) e il valore capitale imponibile, o “scudato”.

  • catastini: riportano i  nomi dei proprietari in ordine alfabetico e i relativi numeri di mappale intestati;

  • partitari: riportano i passaggi di proprietà.

 

 

La cartografia pubblicata sul Portale riguarda diciannove Comuni coinvolti nel progetto ed è relativa agli anni 1854-1885.

Progetto finanziato da FEASR Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013  

ASSE IV MISURA 421 cooperazione internazionale Codice progetto: T-L-I-007-014-002 CUP E55C12001490009  

LandSare: Architetture di paesaggio nelle aree rurali europee un nuovo approccio al disegno dello Sviluppo Rurale